04 / 04 / 2017

UN FILOSOFO INTERPRETA L'ARTE DEL NOVECENTO

Giuseppe Di Giacomo

Primo incontro: La scuola di New York: Pollock, Rothko, Newman

Nel secondo dopoguerra, lo spostamento del mercato dell'arte dal vecchio al nuovo mondo, da Parigi a New York, ha consacrato il predomio americano nell'evoluzione dell'arte moderno-contemporanea.

ORARIO: 17:00
ingresso libero

Ciclo di “lezioni” tenute dal professore Giuseppe Di Giacomo, titolare della cattedra di Estetica alla Facoltà di Filosofia dell’Università La Sapienza, allievo prediletto di Emilio Garroni, uno dei maggiori interpreti del Novecento capace di spaziare dall’arte agli studi letterari, dalla filosofia alla musica.

Primo incontro: La scuola di New York: Pollock, Rothko, Newman
Nel secondo dopoguerra, lo spostamento del mercato dell'arte dal vecchio al nuovo mondo, da Parigi a New York, ha consacrato il predomio americano nell'evoluzione dell'arte moderno-contemporanea; gli artisti dell'Espressionismo astratto americano possono essere ritenuti, filosoficamente e stilisticamente, gli eredi dei maestri dell'Astrattismo di inizio secolo e i prosecutori della linea della “rappresentazione”.