17 /10 /17

LA GUERRA COME GODIMENTO DEI CORPI

Tavole rotonde

nell'ambito di:
Jugoslav wars: another face of european civilisation?

ore 10.30 e 16.30

Ingresso libero fino ad esaurimento posti


Prenotazioni su cultura@teatroeliseo.com

Progetto europeo che coinvolge giovani studenti universitari e accademici europei per un confronto su temi come identità europea, memoria e valori, a partire dalle guerre iugoslave.

Ore 10.30
Modera Stefano Petrucciani (Univ. La Sapienza - Roma)
1. Violare…
Fabio Dei (Univ. di Pisa) L’orrore, l’orrore... Le atrocità di guerra e la grammatica della violenza
Egidio Ivetic (Univ. di Padova) Jugoslavia, civiltà, corpi: letture mancate

Un generale in biblioteca di Italo Calvino - Lettura di Ugo Pagliai

Silvia Coll-Vinent (Univ. Ramón Lull – Barcellona) A true picture of war: George Orwell's Homage to Catalonia
Luca Vaglio (Univ. di Kragujevac) Il corpo in guerra: due romanzi bellici a confronto
Elena Fanajlova (Radio Free Europe) Perdite e speranze. I traumi della guerra nella poesia serba e ucraina

Ore 16.30
Modera e introduce Janja Jerkov (Univ. La Sapienza - Roma)
Saluto di Andreas Gottsman, (dir. Istituto Storico Austriaco)
2. …Essere violati
Marco Deriu (Univ. di Parma) Tra soggettivazione e assoggettamento. Violenza, corpi e sessualità nelle nuove guerre
Aija Kuge (Radio Free Europe) Alla ricerca dei corpi delle vittime di Srebrenica: l’impossibilità di un lutto
Amb. Wolfgang Petritsch (Vienna) Negotiating Peace after Ethnic Cleansing, Rape and other War Crimes - Reflexions of an International Mediator
Ing. Vito Alfieri Fontana (Bari) Mine e vittime nello scenario di guerra in Bosnia

Lettera dal 1920 di Ivo Andrić - Lettura di Elisabetta Cavallotti

Conclusioni: Perché la violenza e la barbarie periodicamente ritornano?
Interventi di Janja Jerkov, Stefano Petrucciani, Stefano Velotti