Dal 2 / 03 / 2018 al 26 / 03 / 2018

PROCESSO PER STUPRO

Adattamento e regia: RENATO CHIOCCA
Produzione: TEATRO ELISEO
Eliseo Off - Foyer II balconata
Spettacoli dal venerdì al lunedì
orari spettacoli: ven e sab ore 22.30; dom e lun ore 20.00
domenica 4 marzo alle ore 19.00

DURATA SPETTACOLO: 50 minuti (senza intervallo)

Acquista il biglietto

Lo spettacolo fa parte della rassegna Eliseo Off. Lo scopo è quello di poter offrire un contributo al rinnovamento e alla scoperta del repertorio autoriale teatrale, partendo dall’identificazione della nuova drammaturgia italiana e straniera e permettendole di permeare i luoghi ‘altri’ dell’Eliseo, dal foyer della platea a quelli delle gallerie. L’attività che si realizzerà porrà al centro del lavoro teatrale il testo e le capacità creative dell’autore, proponendo delle soluzioni che possano far partecipare il pubblico sin dalla prima fase di creazione della produzione. 

Girato nel tribunale di Latina nel 1978, il documentario Un processo per stupro andò in onda su quello che allora era "il secondo canale" della Rai, raggiungendo oltre 12 milioni di spettatori e smascherando le consuetudini di abuso sui diritti delle donne. A quarant'anni di distanza una lettura scenica diretta da Renato Chiocca con la partecipazione di Clara Galante ed Enzo Provenzano restituisce il linguaggio di quel processo penale, per far rivivere sul palcoscenico lo scandalo e l'indignazione di quello che fino ad allora era "un processo per stupro", oggi non così dissimile nei movimenti di opinione, mediatici e giudiziari. Un progetto dunque in cui il linguaggio della realtà raccontato attraverso la televisione, ritorna al pubblico grazie alla presenza del teatro, in cui la parola asciutta ritrova la sua straniante potenza comunicativa, la sua emozione, la sua urgenza.
Con la collaborazione dell'associazione di volontariato Centro Donna Lilith e della rassegna Lievito - Nuove Esplorazioni nel Mondo delle Arti e dei Saperi.

Che cosa intendiamo quando chiediamo giustizia, come donne? Noi chiediamo che anche nelle aule dei tribunali, ed attraverso ciò che avviene nelle aule dei tribunali, si modifichi quella che è la concezione socio-culturale del nostro Paese, si cominci a dare atto che la donna non è un oggetto.

Tina Lagostena Bassi

INFORMAZIONI

diretto da: RENATO CHIOCCA
Dal documentario di: MARIA GRAZIA BELMONTI, ANNA CARINI, RONY DAOPOULO, PAOLA DE MARTIIIS, ANNABELLA MISCUGLIO, LOREDANA ROTONDO
Con: CLARA GALANTE, ENZO PROVENZANO, TULLIO SORRENTINO, FRANCESCO LANDE, SIMONA MUZZI