Dal 15 / 11 al 02 / 12 / 2018

IL GIORNO DEL MIO COMPLEANNO
So Here We Are

di Luke Norris
regia SILVIO PERONI

ORARIO:
da martedì a sabato ore 20.00
domenica ore 17.00
Prima replica giovedì 15 novembre ore 20.00

Debutto nazionale Napoli Teatro Festival Cortile delle Carrozze 3 luglio 2018


COSTO DEL BIGLIETTO: € 20

Acquista il biglietto Abbonati

Frankie è morto. E nessuno è sicuro del perché. Ma i ragazzi non ne parleranno. Non possono, forse ci sono alcune verità che non vogliono condividere

Vincitore del Premio Bruntwood 2013 per Playwriting, l'opera prima del ventottenne Luke Norris So Here We Are(in italiano si è scelro di tradurlo non letteralmente in Il giorno del mio compleanno) è un racconto su ciò che può accadere quando non succede niente, uno sguardo compassionevole sulle giovani vite interrotte e un toccante ritratto di amicizie infantili che faticano ad accettare la loro vita adulta.
Frankie, l'ultimo membro di una giovane squadra di "calcio a 5", è morto. Dopo i suoi funerali gli amici di sempre, si radunano su un muraglione vicino ad un luna park abbandonato, lamentando la morte del loro comune amico.
Il dialogo di Luke Norris è esilarante ma non così spiritoso da sembrare artificiale. È autenticamente banale, come se avesse registrato le conversazioni sugli autobus o nei pub o, data l'immaturità dei personaggi, nei campi da calcio; questo approccio naturale e realistico è la vera forza del testo. Le rivelazioni e gli snodi della vicenda narrata non avvengono mai in un modo sorprendente, ma come naturali evoluzioni drammaturgiche. Tutto questo porta al finale, interpretato senza dialogo, in cui la natura di quella che sembrava essere una semplice bugia viene portata allo status di un enorme tradimento. Norris racconta la storia con una tale sensibilità e compassione da costringere lo spettatore a guardare la vita di queste persone che potrebbero essere facilmente trascurate.
Un cast di sei giovani attori interpretano altrettanti personaggi sull'orlo del baratro per il resto della loro vita. Un testo divertente sul dolore, sui legami di amicizia, sul coraggio di andare avanti e sulla paura di crescere.

Una generazione intrappolata. È uno scenario di provincia quello raccontato dove il calcio ha un ruolo socializzante nella vita degli esseri umani e assume la qualità “universale” di grande livellatore di cultura e classe sociale. Il testo cattura il paradosso della vicinanza di un gruppo di ragazzi che si conoscono da quando erano bambini ma che adesso si trovano in qualche modo estranei come dei giovani adulti.

Silvio Peroni

CREDITS

Di: LUKE NORRIS
Traduzione: ENRICO LUTTMANN
Regia: SILVIO PERONI

Produzione: KHORA.TEATRO
COMPAGNIA MAURI STURNO

cast in fase di definizione