Dal 13 / 03 al 31 / 03 / 2019

I GIGANTI DELLA MONTAGNA

di Luigi Pirandello
con GABRIELE LAVIA, FEDERICA DI MARTINO
regia GABRIELE LAVIA

ORARIO:
martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 20.00
mercoledì e domenica ore 17.00


COSTO DEL BIGLIETTO: da 15€ a 35€

Acquista il biglietto Abbonati

La vita è vento, la vita è mare, la vita è fuoco. Non la terra che s’incrosta e assume forma. Ogni forma è la morte.

Una compagnia di teatranti guidata dalla contessa Ilse arriva alla villa detta Scalogna dove vive uno “strano” mago che dà loro rifugio. Ma chi è Cotrone?

Lo sanno tutti, è lo stesso Luigi Pirandello. Ma Cotrone è anche qualcosa di più. È colui che vive rifugiato o emarginato nella propria illusione che il Teatro possa essere il Luogo Assoluto. Fuori da ogni contaminazione. Lontano da quei Giganti, da quelle “forze brute”, da quegli uomini (forse noi stessi!) che mettono paura solo a sentirli passare al galoppo! I Giganti sono uomini che hanno dimenticato la coscienza della loro origine. Snaturati dal non voler conoscere se stessi. E dunque non possono far altro che continuare a uccidere la “poesia originaria” nata come specchio dell’uomo... uccidere il Teatro. Nel nostro spettacolo, ancora tutto da fare, cioè nel “teatro della mente del regista”, tutta l’azione dovrebbe accadere dentro un “teatro distrutto”. “Pare vogliano costruirci qualcos’altro”. Uno stadio? Un cinema? (Ma ormai è improbabile) ... Un centro commerciale? Forse uffici? ... È qui che si vorrebbe rappresentare ‘I Giganti della Montagna’ dell’amatissimo Pirandello. Ma il finale “non scritto” vorrei che fosse una speranza, meglio, una certezza laica, che “la poesia non può morire”. E allora i giovani attori che faranno il ruolo dei Fantocci nella “stanza delle apparizioni” e che sono i “fantocci-personaggi” de ‘La favola del figlio cambiato’, alla fine, sul proscenio di assi sconnesse, davanti a un povero sipario strappato, reciteranno tutta (sia pur ridottissima) ‘La favola del figlio cambiato’. Per “fede nel teatro” ... che... fateci pace! ... non morirà mai... “finché il sole risplenderà sulle sciagure umane”.

Gabriele Lavia

CREDITS

Di: LUIGI PIRANDELLO
Foto: FILIPPO MANZINI e MARCO DI MEO
Scene: ALESSANDRO CAMERA
Costumi: ANDREA VIOTTI
Musiche: ANTONIO DI POFI
Maschere: ELENA BIANCHINI
Coreografie: ADRIANA BORRIELLO
Regia: GABRIELE LAVIA

Produzione: FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA
In coproduzione con: TEATRO STABILE DI TORINO, TEATRO BIONDO DI PALERMO

LA COMPAGNIA DELLA CONTESSA:
FEDERICA DI MARTINO
CLEMENTE PERNARELLA
GIOVANNA GUIDA
MAURO MANDOLINI
LORENZO TERENZI
GIANNI DE LELLIS
FEDERICO LEPERA
LUCA MASSARO

Cotrone detto il Mago GABRIELE LAVIA

GLI SCALOGNATI:
NELLINA LAGANÁ
LUDOVICA APOLLONJ GHETTI
MICHELE DEMARIA
DANIELE BIAGINI
MARIKA PUGLIATTI
BEATRICE CECCHERINI

I FANTOCCI(PERSONAGGI DELLA FAVOLA DEL FIGLIO CAMBIATO)
LUCA PEDRON
LAURA PINATO
FRANCESCO GROSSI
DAVIDE DIAMANTI
DEBORA IANNOTTA
SARA PALLINI
ROBERTA CATANESE
ELEONORA VONA