15 / 12 / 2016

GLI ORACOLI DELLA MONETA

di Alberto Orioli

Intervengono con l'autore
Giuliano Amato
Tullio De Mauro
Salvatore Rossi


Introduce e modera Pino Donghi

TEATRO ELISEO | Foyer

ORARIO: 18:00
ingresso libero fino ad esaurimento posti

L'arte della parola nel linguaggio dei banchieri centrali

Con il celebre «whatever it takes» Mario Draghi entra nella storia e quella frase, emblematica del misterioso legame che esiste fra moneta, fiducia e parola, vale un «alea jacta est». Dalle parole dei banchieri centrali derivano i comportamenti del mercato e molto di ciò che l’economia riverbera nella nostra vita di tutti i giorni. Se per anni hanno privilegiato una comunicazione oracolare, volutamente oscura e misticheggiante, oggi, al contrario, i governatori si confrontano con la nuova strategia della trasparenza e con le conferenze stampa. E le loro parole sono atti. Ma la lingua della sovranità monetaria si contamina con la lingua della sovranità politica e per i banchieri centrali si verifica il paradosso che, mentre sono creduti onnipotenti, diventano capro espiatorio se l’economia e le aspettative non vanno nella direzione del miglioramento, per cause, peraltro, non imputabili a ciò che compete loro.

INFORMAZIONI

Intervengono con l’autore Alberto orioli
Giuliano Amato
Tullio De Mauro
Salvatore Rossi

Introduce e modera Pino Donghi